Attivismo

RSS attivismo
  • Questo Natale dona per salvare la foresta indonesiana
    Cancelliamo la data di scadenza delle foreste causata dalla produzione forsennata di olio di palmaPer creare piantagioni di palma da olio la foresta indonesiana viene distrutta senza scrupoli: una tragedia ambientale che ha un forte impatto sugli abitanti del luogo e sui lavoratori sfruttati nelle piantagioni (o per la coltivazione intensiva di questa oleaginosa), ma […]
  • Generali fa un passo concreto per abbandonare il carbone!
    L’annuncio dopo le nostre pressioni per lasciare la più inquinante delle fonti fossiliCe l’abbiamo fatta, insieme: il Gruppo Generali ha deciso di aggiornare la propria "strategia sui cambiamenti climatici" con un piano operativo che punta a ridurre con coraggio l’esposizione del Leone di Trieste verso il carbone, il più inquinante dei combustibili fossili. Una decisione che arriva […]
  • Rio Mare punta alla pesca sostenibile!
    Il colosso del tonno si impegna per ridurre l’utilizzo dei metodi di pesca più dannosi: è successo anche grazie a voi!Oggi è un giorno importante per Greenpeace e per migliaia di consumatori che per anni hanno chiesto alle aziende di scegliere di stare dalla parte del mare: Rio Mare ha finalmente deciso di accettare la […]
  • Monsanto e la finta rete di agricoltori
    La Monsanto ha pagato un’azienda di consulenza per creare una finta rete di agricoltori per promuovere il glifosato.Un’ indagine di Greenpeace ha rivelato che nel 2017 la Monsanto ha pagato un’azienda di consulenza per creare una finta rete di agricoltori a livello europeo per promuovere il glifosato, l’ingrediente chiave del famoso erbicida della Monsanto, il Roundup. Questo mentre migliaia di persone, si […]
  • “FRA poco spariranno”: il nostro nuovo report
    La pesca nelle aree di riproduzione dello Stretto di Sicilia è fuori controlloAbbiamo perso almeno dodici anni per dare una speranza di futuro al mare, alle sue risorse e ai pescatori. Le misure di tutela delle aree di riproduzione (nurseries) delle specie ittiche più importanti dello Stretto di Sicilia, gambero rosa (o bianco) e nasello […]
  • Si espande la contaminazione da idrocarburi nel Santuario dei Cetacei
    Una macchia di idrocarburi che interessa oltre 100 chilometri quadrati nel Santuario dei Cetacei: questo mostrano le immagini satellitari che abbiamo elaborato, dopo la collisione avvenuta domenica scorsa tra il portacontainer Virginia e il traghetto Ulysses. In poche ore, l’area interessata dalla contaminazione si è allargata, passando dai circa 88 chilometri quadrati dell’8 ottobre ai […]
  • Il rapporto IPCC sulla lotta ai cambiamenti climatici spiegato in 10 punti
    Un piano ben definito per riuscire a limitare con urgenza il riscaldamento globale. È quanto propone l’atteso “Special Report on 1.5 degrees Celsius”, presentato in Corea nelle scorse ore dal Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change - IPCC).Il report mostra come le emissioni globali debbano essere dimezzate entro il 2030, per […]
  • Plastic Radar: i risultati
    L’usa e getta di San Benedetto, Coca-Cola e Nestlé inquina i mari italianiVi abbiamo chiesto una mano e voi c’eravate: ci avete segnalato quasi 6800 rifiuti, il 90% dei quali in plastica usa e getta, e riconducibili in gran parte a San Benedetto Group, Coca-Cola Company e Nestlé. Sono questi i dati di Plastic Radar, […]
  • “Il Paradiso può attendere”, un lascito per proteggere il Pianeta
    Destinare un lascito è un gesto di amore per il Pianeta e insieme un’azione concreta per difenderlo, un’eredità di progetti e promesse per la nostra Terra.A ridosso della giornata mondiale per i lasciti che sarà celebrata il 12 settembre, lanciamo una nuova campagna di sensibilizzazione sui lasciti testamentari: il lascito a Greenpeace permette di continuare […]
  • Vittoria! Bloccato l’ampliamento dell’oleodotto Trans Mountain in Canada!
    Respinta dalla Corte d’Appello Federale la proposta di espansione di TrudeauBuone notizie dal Canada: accogliendo il dissenso delle popolazioni indigene e la pressione dei gruppi ambientalisti, la Corte d’Appello Federale canadese ha stabilito che il Governo di Trudeau non ha consultato le popolazioni indigene canadesi sul progetto di espansione dell’oleodotto Trans Mountain e non ha […]
  • Buone notizie per i pinguini!
    Le grandi aziende di pesca al krill si impegnano a tutelare l’AntarticoLa maggior parte delle compagnie che pescano krill in acque antartiche ha annunciato di voler fermare volontariamente questa attività in vaste aree attorno alla Penisola Antartica, tra cui alcune “zone cuscinetto” attorno alle colonie riproduttive dei pinguini, per tutelare la fauna di questa parte […]
  • È tempo di lasciare il carbone dov’è (sottoterra)
    Chiediamo a Generali di non assicurare il nuovo carbone in Repubblica CecaCEZ, l’azienda fornitrice dell’energia della Repubblica Ceca, ha pubblicato una gara rivolta alla copertura assicurativa di una nuova unità della centrale a carbone di Ledvice TPP.Si tratta di un impianto che già oggi brucia tonnellate di lignite (il carbone più inquinante) e che potrebbe […]
  • Mobilità sostenibile: Milano prima in classifica, Palermo ultima
    Ecco come si spostano (o sono costretti a spostarsi) i cittadini a Milano, Torino, Roma e PalermoNel rapporto “Living. Moving. Breathing. Ranking of 4 major Italian cities on Sustainable Urban Mobility”, da noi commissionato al Wuppertal Institute, abbiamo comparato Milano, Torino, Roma e Palermo sulla base di dati relativi al 2016 e provenienti da fonti […]
  • Attiva il tuo Plastic Radar!
    L’iniziativa per segnalare i rifiuti di plastica in mareQuante volte avrai visto rifiuti di plastica in giro, magari nei posti cui sei più affezionato o nei luoghi di vacanza? Noi vogliamo sapere non solo qual è la tipologia di rifiuto di plastica che più comunemente rovina l’ambiente (e le nostre vacanze), ma anche a quali […]
  • Eroi della rivoluzione urbana!
    Oggi i nostri volontari hanno premiato chi lascia l’auto a casaChi sceglie di muoversi a piedi, in bici, con il trasporto pubblico locale o la mobilità condivisa elettrica, aiutando a decongestionare le strade dal traffico, va ringraziato, se non premiato.E noi l’abbiamo fatto: oggi i nostri volontari erano presenti in molte città italiane, per porre […]
  • Mobilità sostenibile: ecco la classifica delle città europee
    Roma ultima, Copenaghen prima: immaginabile, ma chi l’ha detto che non possiamo cambiare?Roma fanalino di coda in fatto di mobilità sostenibile e sicurezza stradale, Copenaghen capofila: ciò che purtroppo era facilmente immaginabile è confermato dal report “Living. Moving. Breathing”, da noi commissionato al Wuppertal Institute e pubblicato oggi.Il rapporto, sulla base degli ultimi dati disponibili, […]
  • L’Italia deferita alla Corte europea
    Sforati i limiti di inquinamento atmosfericoIl provvedimento adottato dalla Commissione europea, che ha deferito il nostro Paese davanti alla Corte di Giustizia, non sorprende nessuno. Era annunciato da tempo e l’Italia ha fatto di tutto o quasi per meritarlo. L’Italia è indietro su molti fronti, quanto a tutela della qualità dell’aria. Ma certamente quello dei […]
  • I petrolieri pronti a bombardare lo Ionio
    Air gun in un’area preziosa per l’ecosistema marino a Santa Maria di LeucaProsegue l’attacco dei petrolieri ai mari italiani: stavolta a farne le spese sarebbero le acque dello Ionio, al largo di Santa Maria di Leuca, un’area che, secondo la Convenzione sulla Biodiversità (Convention on Biological Diversity - CBD), è classificata come una “EBSA” (Ecologically […]
  • Inquinano con l’ammoniaca eppure ricevono fondi comunitari
    Da una nostra inchiesta, lo scandalo dei sussidi ad alcuni maxi-allevamentiIncrociando i dati dei finanziamenti diretti nell’ambito della Politica Agricola Comune (PAC) e il Registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti (E-PRTR), abbiamo svelato come i sussidi comunitari finanzino alcuni tra gli allevamenti più inquinanti d’Europa. Oltre la metà (51%) degli allevamenti esaminati in […]
  • Abbiamo le prove: anche il nostro mare è una zuppa di plastica!
    I risultati dei nostri monitoraggi con CNR-ISMAR e UNIVPM: le situazioni peggiori a Portici e alle TremitiNelle acque marine superficiali dei nostri mari si riscontra un’enorme e diffusa presenza di microplastiche, comparabile ai livelli presenti nei vortici oceanici del nord Pacifico, con i picchi più alti rilevati nelle acque di Portici (Napoli), ma anche in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.